GPL – Il settore

Il GPL (Gas di Petrolio Liquefatto) è un sottoprodotto naturale dei processi di lavorazione di greggio e gas naturale. È caratterizzato da un’elevata resa calorifica ed energetica e da un basso impatto ambientale, non è inquinante per acqua e suolo e contribuisce in modo significativo alla riduzione dell’inquinamento atmosferico grazie al basso contenuto di zolfo.

Il suo impiego spazia dall’ambito domestico a quello industriale, dall’agricoltura al settore navale.

Il GPL è in grado di garantire rispetto ad altri combustibili:

  • maggiore potere calorifico;
  • minore variazione di rendimenti al variare di fattori ambientali;
  • maggiore stabilità della composizione.

Il GPL,  grazie soprattutto alla facilità di vaporizzazione ed alla non reattività della molecola, può raggiungere dei valori senz’altro classificati a minimo impatto ambientale e, per tale ragione il D.Lgs. n. 257/2016, di recepimento della Direttiva DAFI, lo ha identificato quale combustibile alternativo.

Il GPL si ritaglia un ruolo importante sul tema dell’autotrazione e può contare su una logistica già esistente e consolidata a livello nazionale.