OLI MINERALI – Il settore

Ai sensi della legge 23 agosto 2004, n. 239 “Riordino del settore energetico, nonché delega al Governo per il riassetto delle disposizioni vigenti in materia di energia” (c.d. legge Marzano) sono ricompresi nella categoria degli oli minerali gli oli minerali greggi, i residui delle loro distillazioni e tutte le altre specie e qualità di prodotti petroliferi derivati e assimilati, compresi il gas di petrolio liquefatto (G.P.L.) e il biodiesel.

La struttura del mercato petrolifero italiano, come quello della maggior parte dei mercati europei, è contraddistinta da diverse fasi o stadi che riguardano il processo produttivo, quello di trasporto e stoccaggio, e infine, quello commerciale e distributivo. In particolare, si possono distinguere tre macro sistemi:

  • il sistema della raffinazione che svolge essenzialmente attività di trasformazione/ produzione di prodotti;
  • il sistema della logistica che comprende le attività di trasporto e stoccaggio dei prodotti, suddiviso tra compagnie petrolifere ed operatori privati indipendenti dalle compagnie petrolifere;
  • il sistema delle vendite all’ ingrosso (extra rete) o al dettaglio dei carburanti (rete) e dei prodotti petroliferi in genere.

La struttura della logistica è articolata in depositi costieri, atti a ricevere direttamente via mare i prodotti finiti, e in depositi situati all’ interno del territorio nazionale collegati a raccordi ferroviari o che operano in regime di depositi fiscali.

L’ ASSOCOSTIERI, fin dalla sua costituzione, ha sempre rappresentato gli operatori privati operanti nel settore della logistica e del mercato energetico, i quali, in parte, svolgono attività di servizio di stoccaggio e movimentazione di prodotti per conto di committenti proprietari della merce, in parte svolgono attività di commercializzazione di propri prodotti.